mercoledì 19 marzo 2014

Non comprate i filtri per l'acqua contaminata da PFAS

Negli oramai quasi settimanali incontri pubblici ai quali sono invitato a parlare in provincia di Verona e Vicenza, spesso mi chiedono se i filtri da applicare ai rubinetti dell'acqua potabile possono servire a qualcosa. Io rispondo sempre che, tutto considerato, è meglio non spendere soldi se l'acqua del rubinetto è l'acqua del "sindaco", cioè è fornita attraverso l'acquedotto. Questa è sempre potabile, è controllata, anche più delle acque commerciali (cosiddette acque minerali). Anche se confine sostanze tossiche e cancerogene, queste sono sempre entro i limiti di legge (limiti che, comunque, dal punto di vista medico-sanitario non hanno alcuna logica). E' possibile che i filtri a carbone attivato e Altroconsumo, hanno molti difetti, non ultimo quello che eliminano praticamente tutto, anche i sali minerali essenziali, oltre che a aumentare il rischio di infezioni anche da parte di batteri molto pericolosi, quali la Psudomonas aeruginosa, appunto perché eliminano, tr l'altro, anche  il cloro che serve da disinfettante e antibatterico.
quelli a osmosi inversa riescano ad eliminare anche la maggior parte dei pfas, ma non son privi di pericoli. Anche i filtri a osmosi inversa, come riferito anche nell'articolo comparso sull'ultimo numero (numero 279, marzo 2014) di

Vi consiglio di leggere attentamente l'articolo, soprattuto qualora pensaste di comprare uno di questi filtri.

10 commenti:

  1. Invece che fare una continua lotta al mondo del trattamento dell'acqua potreste informarvi meglio e consigliare ai consumatori come districarsi nel mercato. Ormai basta digitare acqua ed un qualsiasi nome di un comune italiano per leggere notizie di problematiche temporanee o vecchie ma scoperte solo di recente. Fra come dovrebbe essere teoricamente l'acqua del sindaco a come effettivamente arriva al rubinetto del cittadino ce ne corre, quindi sarebbe giusto finirla con questa ipocrisia ed accettare il fatto che trattare l'acqua al punto d'uso è una cosa intelligente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non faccio nessuna guerra al mondo del trattamento dell'acqua. Per quanto riguarda i pfas, anche l'EPA degli USA scrive che non esistono strumenti certificati e validati, anche ße molti li usano.

      Elimina
  2. Ma chi ha scritto tutte le stupidaggini della nota Non comprate i filtri per l'acqua contaminata da PFAS..... Altro consumo e per fortuna che voi dovreste avere la conoscenza di dare consigli alla gente. Non sapete neanche la differenza tra un filtro ed un altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi risposta al commento precedente. Se ha critiche da fare si rivolga ad altroconsumo.

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Ma se nella nostra zona è stato provato statisticamente PFAS ha aumentato i tumori tiroide

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi e quando lo ha dimostrato?

      Elimina
    2. purtroppo ad oggi si sa per certo sia dell'incidenza dei tumori causa pfas, sia della tiroide!
      ma nella nostra acqua di Vicenza troviamo anche cromo6.
      l'acqua del sindaco l'hanno chiusa in molti pozzi che, si è scoperto, non è mai stata potabile....

      Elimina
  5. Ma se nella nostra zona è stato provato statisticamente PFAS ha aumentato i tumori tiroide

    RispondiElimina
  6. http://www.iene.mediaset.it/video/127/toffa-quando-l%E2%80%99acqua-diventa-veleno_653127.shtml

    RispondiElimina